L’alimentazione dello studente

Cosa mangiare per studiare meglio?

Spesso in prossimità degli esami si ricorre a cibi veloci come pizze,toast e cose simili,questi alimenti sono molto ricchi in calorie ma scarsi in proteine,vitamine e minerali,questa circostanza si aggrava con il sedentarismo e può provocare una diminuzione della massa muscolare e con essa diminuirà anche la produzione di ormoni muscolari provocando una maggiore sensazione di stanchezza e perdita di agilità mentale,molto controproducente per lo studio,per questo è molto importante l’alimentazione dello studente.

“Le bombe delle 6 non fanno male..”cantava Venditti in “Notte prima degli esami”.Se seguissimo i consigli per la giusta alimentazione dello studente sotto esame,le bombe(dolci fritti  ripieni di crema o cioccolato) verrebbero subito bandite.Anche se va detto,almeno all’umore farebbero bene.Tra lunghe giornate alla scrivania e notti agitate e insonni sono periodi impegnativi per chi si prepara ad affrontare un periodo di esami che siano maturità o prove universitarie,non c’è differenza lo stress è lo stesso.

 Il consiglio è quello di iniziare con una buona prima colazione per avere migliori prestazioni intellettuali e per non arrivare affamati e deboli all'ora di pranzo

Il consiglio è quello di iniziare con una buona prima colazione per avere migliori prestazioni intellettuali e per non arrivare affamati e deboli all’ora di pranzo

E’ proprio la pressione che spesso induce errori dietetici,dal digiuno da “stomaco chiuso”all’overdose di bevande eccitanti o di snack ipercalorici per tirarsi su.Rimedi che danno un’immediata gratificazione ma che producono gli effetti opposti a quelli desiderati.Un’alimentazione corretta può svolgere un ruolo rilevante.

Assumono un ruolo fondamentale anche sali minerali come ferro,magnesio e potassio,chiamati a combattere il senso di stanchezza,ridurre ansietà e nervosismo.E’ importante assumere nelle giuste quantità carboidrati e proteine,cercando di evitare il più possibile i grassi saturi che impegnano a lungo la digestione e sottraggono sangue al cervello,allora si a uova,carne,latticini,cereali e pesce azzurro,il miglior fornitore di magnesio.

Qual’è la dieta giornaliera ideale dello studente? Il consiglio è quello di iniziare con una buona prima colazione per avere migliori prestazioni intellettuali e per non arrivare affamati e deboli all’ora di pranzo.Via libera a frutta,latte o yogurt con cereali,pane integrale o fette biscottate con marmellata o miele .

Per i due pasti principali,uno dovrà essere basato sui carboidrati e l’altro sulle proteine,sempre affiancati da un’abbondante porzione di verdura.Gli spuntini ideali sono a base di frutta fresca al naturale,frullata,macedonia o con yogurt.

Lo spuntino deve essere  un’occasione per staccare la spina e rilassarsi un po’ e ricaricarsi le pile.Unica concessione è la cioccolata in piccole quantità e preferibilmente fondente,è un ottimo stimolante naturale e per l’umore è un vero toccasana