Il “tour de force” di studio che precede gli esami

Nei giorni che precedono l’esame moltissimi ragazzi trascorrono la maggior parte della giornata a studiare ininterrottamentemangiando in modo scorretto e dormendo poco.   Lo studio per la preparazione di un esame, si sa, mette a dura prova la resistenza fisica e psicologica di molti studenti.

l “tour de force” di studio che precede gli esami può causare stress e stati ansiosi caratterizzati da insonnia, sbalzi d’umore,mal di testa, inappetenza o, al contrario, una fame nervosa e insaziabile.

Ecco qualche piccolo consiglio per non “stressarsi” troppo prima degli esami:Non abusate di sostanze stimolanti-eccitanti come il caffè, le sigarette, il tè ecc. Anche se inizialmente possono sembrare un aiuto indispensabile, a lungo andare influiscono sull’apprendimento, sulla creatività e sulle capacità riflessive. E in più fanno male alla salute .

Anche se i programmi di esame vi sembrano interminabili, e il tempo troppo poco, non sottoponete il vostro corpo ad uno stress eccessivamente pesanteevitate di fare le famose “nottate” sopra i libri e ricordatevi che il vostro cervello ha una capacità di apprendimento giornaliero limitato. È facile andare incontro al cosiddetto sovraccarico cognitivo.                                                                                             Se studiate molte ore al giorno fate una pausa: la pausa è un momento fondamentale per ricaricare le energie e per svagarsi mentalmente. Occupate le vostre ore di pausa facendo qualcosa che vi piace e che vi rilassa: uscite con gli amici, cinema, sport ecc.                                                              Evitate di studiare l’intero programma d’esame due giorni prima: le imprese titaniche si accompagnano a forte tensione e ansia, e studiare con l’ansia riduce drasticamente la capacità di apprendimento. Cercate piuttosto di programmarvi e di dividervi lo studio in maniera equilibrata                                                                                                                                                                                                                                                                                   Se potete alternate lo studio solitario con lo studio in compagnia: il confronto con i vostri amici/colleghi di studio rappresenta un momento fondamentale, non solo per l’apprendimento, ma anche per la gestione dei propri stati d’animo. Studiare in compagnia infatti permette di condividere ansie e paure.                                                                                                                                                                                                                          È altresì necessario nutrirsi regolarmente: 30 minuti per mangiare non hanno mai fatto bocciare nessuno!